REVIEW | Terri OSBURN: Scritto nel destino (Anchor Island #1)

Terri OSBURN: Scritto nel destino (Anchor Island #1)

Editore: AmazonCrossing
Prezzo € 9.99 cartaceo, € 3.99 ebook
Pagine 316
ISBN 9781503934054, ASIN B018547OI8
Acquista AMAZON | Goodreads
Rating: ★★★☆☆

Scritto nel destino
Terri Osburn

Anchor Island #1

A volte la soluzione migliore è quella che cercavi da sempre.
Beth Chandler ha passato tutta la vita tentando di compiacere gli altri. Ha studiato legge per far contenti i nonni. Ha acconsentito a sposare Lucas, il fidanzato maniaco del lavoro, per farlo felice. E, nonostante la fobia per le barche, è salita su un traghetto per conoscere i futuri suoceri e fare contenti anche loro.

Clicca per leggere di più

Durante un attacco di panico in mare aperto, Beth incontra uno sconosciuto alto e attraente che placa le sue paure… e le fa battere il cuore allo stesso tempo. Ben presto Beth ha una nuova ragione per andare nel panico: il suo bellissimo salvatore dagli occhi azzurri altri non è che il fratello di Lucas, Joe. Ma lei non potrebbe mai lasciare il fidanzato… Anche se l’attenzione di Lucas è più concentrata sul diventare socio dello studio legale che sulla la loro relazione. E se Joe fosse tutto ciò che Beth non sapeva di aver sempre voluto?
Emozionante e coinvolgente, Scritto nel destino è la storia di una donna divisa tra le sue responsabilità nella grande metropoli e i piaceri che ha da offrire una piccola cittadina.

review
Scritto nel destino è un dolce romanzo di genere rosa che racconta la storia, semplificando, di una ragazza che non sa dire no. Elizabeth ‘Beth’ Chandler cerca sempre di compiacere le persone anche quando il farlo le crea problemi. Per questo, anche se è terrorizzata dall’idea di affogare, si trova su di un traghetto diretto sull’isola in cui vive la famiglia del proprio fidanzato…insomma, una situazione che non l’aiuta certo ad evitare un attacco di panico coi fiocchi, visto che il supposto fidanzato le da forfait all’ultimo momento per un problema di lavoro.

La storia inizia quindi con dell’acqua e una “barca” (ok, è un traghetto ma quando uno è in panic-mode questi tecnicismi non importano per nulla!). Beth sta raggiungendo Anchor Island per incontrare per la prima volta i genitori ed il fratello del proprio fidanzato che, sfortunatamente, non è con lei quando la paura di affondare la sommerge rischiando un attacco di panico apocalittico. Sono Joe e Dozer, il suo cane, che la aiutano nel difficile momento. Quello che nessuno dei due sa è che Joe è il fratello che la ragazza sta andando ad incontrare. Beth non impiega molto a capirlo ma la preoccupazione di una brutta prima impressione la frenano dal rivelarsi immediatamente (visto che Joe pensa che suo fratello sia fidanzato con lo stereotipo di bionda, bella e stupida, e l’irrazionale paura di affondare potrebbe confermare l’assunzione di Joe). Peggio ancora è la scintilla d’attrazione che subito scocca tra i due. Quello che Beth non immagina è che Joe non è persona da farsi prendere per il naso e quando la verità, immancabilmente, salta fuori non è molto contento di questa bellissima ma irritante ragazza.

L’ambientazione, una bellissima piccola isola descritta splendidamente, ed i personaggi (forse i secondari più dei primari)  sono il punto forte di questo romanzo. Scritto nel destino è un libro che dona ai lettori alcune ore di momenti leggeri, divertenti e dolcemente romantici. Adatto ad amanti di romanzi rosa contemporanei dalle linee classiche che non sono alla ricerca di storie complesse o ricche di antagonismo tra la coppia protagonista.


ENGLISH REVIEW

Meant to be Terri Osborn

Montlake | p. 348 | Goodreads
Amazon € 4.90
Rating: ★★★☆☆

Meant to Be is a sweet contemporary romance which tells the story of a girl with a penchant for, in short, saying always yes. Elizabet ‘Beth’ Chandler is always trying to please people, even if it is not really good for her, and because of that, even if she is terrified of drowning, she finds herself on a ferry directed to an island where she will meet her future in-laws…another panic-attack-inducing situation since the supposed fiancé ditches her for work at the last moment.

The story begins with water and a “boat” (it’s really a ferry but hey! when one is panicking for fear of sinking these technicism are pointless). Beth is gioing to Anchor Island to meet the parents and brother of her fiancé who, unfortunately, is not with her when the fear of sinking makes her nearly have a panic attack. It’s Joe and his dog Dozer that help Beth overcome her fear during the ride to the island. What they don’t know is that Joe is Beth’s fiancé brother…it doesn’t take much for Beth to realize this but worry of making a bad first impression (since Joe thinks his brother fiancè is sure to be a blonde bimbo and she is irrationally panicking in front of him) makes her keep silent. Worst still is the sparkle of attraction that burns intense between the two. What Beth doesn’t know is that Joe has a short fuse of his own so when the truth comes out he is not so fond of this beatiful but maddeing girl who is, unfortunately, his brother’s.

The setting, a beautiful small island, and the characters are the strongest elements of this romance. Meant to be is a book that gives its readers a few hours of easy, fun and sweetly romantic moments. Suitable to lovers of classic contemporary romance who are not searching for complicated plots or angst between the MCs.

REVIEW | Caisey QUINN: Il ritmo del mio cuore (Neon Dreams, #1)

 Caisey QUINN: Il ritmo del mio cuore (Neon Dreams, #1)
LEGGI IL PRIMO CAPITOLO GRATUITO
Rating: ★★★½☆
Editore HarperCollins Italia
ISBN 9788869051234
B01H3Y2T7M
Pagine 288
Prezzo € 14.90 copertina rigida
€ 6.99 ebook
Uscita 23 giugno 2016
Acquista LaFeltrinelli.it | Amazon
MondadoriStore | IBS.it
Recensioni Anobii | Goodreads

Il ritmo del mio cuore
Caisey Quinn

 FB | Twitter

Mi chiamo Dixie e ho diciannove anni. La mia storia è quella forse di tante altre ragazze, oppure no. Ho un fratello, Dallas, più grande di me, con lui vado abbastanza d’accordo. Viviamo con i nonni da quando i nostri genitori sono morti. Dal giorno del loro funerale per me tutto è cambiato: io e Dallas abbiamo conosciuto un ragazzo, Gavin, con lui si è instaurato da subito un rapporto di grande amicizia e complicità, tanto che abbiamo formato una country band, i Leaving Amarillo.

Leggi di più

Nome banale? Può darsi, ma Amarillo è la nostra città e vogliamo che tutti lo sappiano. I nostri concerti sono molto seguiti e abbiamo trovato anche un agente che ci segue e che pare ci farà suonare a Austin. Insomma, tutto procede senza troppi intoppi, ma solo all’apparenza, per me Gavin non è più solo un componente della band, è molto di più e la cosa è reciproca. Ho bisogno di lui, dei suoi baci, delle sue carezze e di molto altro. Dallas non credo la prenderà benissimo, la band è tutta la sua vita e io sarò sempre la sua piccola Dixie.

review
Il ritmo del mio cuore è stata una bella sorpresa che davvero non mi aspettavo, prima di iniziare con la lettura. Devo infatti confessare di aver rimandato continuamente il momento di prendere in mano questo romanzo perchè temevo quello che avrei trovato… ovvero il solito romanzo New Adult con un po’ di musica buttata lì per differenziarlo -senza veramente riuscirci- dal calderone di tutti gli altri NA che ormai spopolano gli scaffali delle librerie italiane e d’oltre oceano.
Bene, come dicevo questo primo romanzo della trilogia Neon Dreams mi ha sorpreso piacevolmente. Non tanto perchè sia veramente diverso da altri romanzi del sottogenere ma perchè i personaggi sono caratterizzati in un modo da renderli coinvolgenti per il lettore. Sopratutto per quanto riguarda Dixie, la protagonista, con cui si crea un legame diretto.
Come potete leggere dalla trama, Il ritmo del mio cuore ha tre personaggi principali. Oltre a Dixie c’è suo fratello maggiore, Dallas, e il loro migliore amico d’infanzia, Gavin. Ma anche se i tre hanno eguale importanza nella storia questo primo romanzo è decisamente di Dixie. Il secondo, Loving Dallas, come potete intuire sarà incentrato su Dallas e il terzo, Missing Dixie, recupererà la coppia Dixie e Gavin.
Il ritmo del mio cuore è quindi la storia di tre ragazzi dal passato difficile. Dixie e Dallas avendo perso i genitori molto giovani e Gavin con una madre dipendente dalla droga che entra ed esce dal carcere come se fosse un centro commerciale. Tutti e tre trovano una famiglia l’uno nell’altro ed un amicizia di quelle che durano per tutta la vita. Per Dixie, però, l’amicizia con Gavin è sempre stata legata a qualcosa di più, e ora che non è più una bambina non intende nascondere quello che prova. Ma la strada verso la realizzazione del suo desiderio è segnata da alcuni problemi. Primo fra tutti suo fratello Dallas e poi lo stesso Gavin. L’uno perchè porta il termine “istinto protettivo” ad un livello mai visto da sorella vivente e l’altro perchè non vuole rischiare l’unica famiglia che ha mai avuto.
Il nuovo tour che stanno per intraprendere -i tre hanno creato un gruppo musicale, i Leaving Amarillo– sembra a Dixie un ottimo terreno su cui tentare di esaudire tutti i propri desideri: evitare di tornare a scuola di musica classica per fare, invece, la musica che più ama, quella che la lega alle persone più importanti nella sua vita, e far ammettere a Gavin che anche lui tiene a lei non come una sorella ma come qualcosa di decisamente più importante.
Dixie parte, a inizio storia, molto sicura di ciò che vuole e convinta di sapere come ottenerlo ma il tempo passato per strada e negli alberghi, dove i tre dovranno convivere a stretto contatto nella stessa camera, metterà a dura prova le sue convinzioni. Se da un lato la carriera del gruppo sembra imboccare una svolta decisiva, lo stress delle aspettative e vecchie insicurezze metteranno i bastoni fra le ruote a questo agognato happy ending. Problemi a casa seguiranno i tre nella loro avventura per lasaciare Amarillo e Dixie si troverà di fronte a scelte difficili che la porteranno ad un finale non finale, una storia aperta che continuerà sicuramente in Missing Dixie.

REVIEW | Claudia GRAY: Firebird, la caccia (Firebird, #1)

 firebird la caccia claudia gray review
primo_cap
Rating: ★★★★☆
Editore HarperCollins Italia
ISBN 9788869050411
B014L8D4ZO
Pagine 332
Prezzo € 6.99 ebook
€ 16.00 hardcover
Uscita 08 settembre 2015
Acquista LaFeltrinelli.it | Amazon.it
MondadoriStore | IBS.it
Recensioni Anobii | Goodreads

Firebird: la caccia
(A Thousand Pieces of You)
Claudia Gray

Firebird n.1

SITO | FB | Twitter

Marguerite Caine è cresciuta respirando intorno a sé le teorie scientifiche più all’avanguardia. I suoi genitori, infatti, sono due famosi scienziati che sono riusciti a realizzare la macchina più stupefacente di tutti i tempi: il Firebird. Si tratta di un congegno che permette di viaggiare in dimensioni parallele, basandosi sulla teoria che esistono infiniti universi, che sono poi quelli delle possibilità. Ciò che non è stato in questo mondo si è certamente realizzato in uno degli altri.

Leggi di più

Il padre di Marguerite, però, è misteriosamente scomparso. Sembra che a ucciderlo sia stato Paul, uno degli assistenti, che è poi fuggito impunito in un’altra dimensione, portando via con sé tutti i dati relativi al Firebird. Marguerite si lancia alla ricerca del padre e grazie a Theo, uno studente di fisica che l’aiuta nell’impresa, riesce a ingaggiare una caccia all’uomo pluri-dimensionale, tra una Londra del futuro, una Russia ai tempi dello Zar e un mondo sottomarino… Le vite sono mille. Mille le possibilità. Ma il destino è uno soltanto.

review
Firebird, la caccia (o meglio A Thousand Pieces of You) é un romanzo da non lasciarsi perdere non solo perché scritto intelligentemente da un’autrice di talento, ma anche perché é una rarità nel mercato editoriale italiano. Infatti, anche se si tratta chiaramente di uno young adult, con tutti i pro e i contro che questo comporta, cade però anche in un genere non molto sfruttato oggi in Italia: la science fiction. Firebird, la caccia racconta la ricerca a scopo di vendetta di Marguerite, figlia di due scienziati che hanno inventato un dispositivo -il Firebird- in grado di trasportare lo “spirito” della persona che lo indossa in uno dei migliaia di altri mondi paralleli che inabitano il Multiverso.
E’ a causa di questo dispositivo che Marguerite, a seguito della morte del padre in un incidente che sembra essere stato imputato a Paul -l’assistente universitario dei genitori- decide (grazie all’aiuto di Theo, l’altro assistente) di mettersi sulle sue tracce per assicurarlo alla giustizia. Sembra infatti che Paul, dopo aver cancellato tutti i dati relativi al progetto, abbia utilizzato il dispositivo per nascondersi in questi strani, anche se non poi così dissimili dal nostro, mondi paralleli. Quello che Paul non sapeva al momento della fuga, infatti, è che Theo ha nascosto e aggiornato due vecchi modelli di Firebird che ora possono essere usati dai due per inseguirlo. Il primo viaggio sarà un lancio alla cieca, per i due, visto che i dispositivi ancora nella fase sperimentale non sono mai stati provati prima.

Queste le premesse del romanzo che fanno partire l’avventura dei tre protagonisti nel Multiverso. Marguerite, che ha un animo artista più che scientifico, dovrà affrontare mondi in cui la sua famiglia è diversa da quella che conosce, oppure dove non esiste più una famiglia da poter chiamare tale. Imparerà di poter contare su sé stessa, sulla sua forza d’animo. Imparerà che per tanti mondi che visiterà, alcune cose resteranno salde, punti fermi ed immutabili. Entrando nelle vite delle altre sé stessa, impersonandole pur non sapendo nulla di loro, e soffrendo o gioendo come se fossero la sua, scoprirà che il Multiverso nasconde insidie impreviste con cui fare i conti. Ma più Marguerite viaggerà da un mondo all’altro, più imparerà che quello che credeva vero poggia in realtà su basi molto instabili.

Ho davvero apprezzato questo romanzo che benché risulti nel complesso leggero e scorrevole, è una lettura ben scritta, dalle premesse originali e sicuramente con temi su cui poter ragionare. Insomma, Claudia Gray sa quello che fa e dove vuole arrivare, spinge il lettore a ragionare pur mantenendo quella leggerezza propria di un romanzo per ragazzi.

REVIEW | Ryan GRAUDIN: Wolf by Wolf

wolf ryan graudin

Little, Brown Books | 9780316405126
Amazon
My rating: Rating: ★★★★½

WOLF BY WOLF
Ryan Graudin

WEBSITE | TWITTER

Code Name Verity meets Inglourious Basterds in this fast-paced novel from the author of The Walled City.
The year is 1956, and the Axis powers of the Third Reich and Imperial Japan rule the world. To commemorate their Great Victory over Britain and Russia, Hitler and Emperor Hirohito host the Axis Tour: an annual motorcycle race across their conjoined continents. The victor is awarded an audience with the highly reclusive Adolf Hitler at the Victor’s Ball.
Yael, who escaped from a death camp, has one goal: Win the race and kill Hitler. A survivor of painful human experimentation, Yael has the power to skinshift and must complete her mission by impersonating last year’s only female victor, Adele Wolfe. This deception becomes more difficult when Felix, Adele’s twin brother, and Luka, her former love interest, enter the race and watch Yael’s every move. But as Yael begins to get closer to the other competitors, can she bring herself to be as ruthless as she needs to be to avoid discovery and complete her mission?

review
When I heard about this novel, read the blurb, I immediately thought “this can be a flop to-kill-all-the flops-of-this-world or a great, one-of-a-kind, novel”. The historical period in which it is set, the Second World War, is one of those I always struggles with because of the atrocities done under the Third Reich. I don’t tend to search for books, movie, etc. that have that period as a subject. I always try to keep in mind the pain that has been inflicted in those years, because it is right to remember and not forget, but I don’t want to read or watch something that can only scratch the surface of what people suffered then. They can only fall short, you know. I am not saing that some book or film hasn’t done them some justice but I feel it isn’t enought, you know? How can anything be enought? Anyway…returning to Wolf by Wolf.
This novel has the right amount of fantasy elements and aims primarily on the adventurous part to allow me to detach from the realistic events described. Not only that but it was able to keep me engaged from start to end. This book, in fact, is a kind of dystopian novel because, although based on a world that is ours, thanks to something that happened differently from the history we know, things have changed drastically. What’s different from a common dystopian book is that the story of Wolf by Wolf does not happen in an hypothetical future but in the past of 1944-56. The author manages to imagine a what-if that terrifies me at the sole thought… the victory of Hitler and the establishment of its ideologies in the majority of the world, with the USA that keeps apart for fear that Hitler may turn his gaze on its conquest.
The author manages a story that takes the reader on an adventure that can be compared to the one in Hidalgo (a movie with Viggo Mortensen if the name of the movie doesn’t sound any bell to you), Balto (again see movie), Kevin of the North and so on … stories of life and death, full of twists, extreme situations, fights for life and so on. It is a motorcycle race the focal point of the adventure in Wolf by Wolf, one the MC has to win…

The resistance has given Yael one goal: Win the race and kill Hitler.

Yael is the MC and a jewish girl who barely survived the death camp where she and her mother where imprisoned when she was six. During that time she became Experiment 85 and was subjected to painful injections that had the purpose of altering her appearance (like changing the color of her eyes from brown to blue and such). They never could have expected the experiment to be so successful. Yael, in fact, learns to change completely her look and, after having lost all that she held dear, she manages to excape from the camp assuming the aspect of the commander’s doughter. After that, Yael finds herself alone in a world that she is not prepared to confront. Fortunately, it is in that moment that she stumbles upon the resistance, people who are trying to subvert Hitler’s rule and that bring her in providing a new, albeit undercover, home.

Yael becomes the secret weapon they were waiting for. The last hope of the revolutionary group. Indeed, thanks to the unexpected victory of a girl, Adele Wolfe, in the previous edition of the Axis Tour -this motorcycle race where the best German and Japanese young males compete for supremacy (a race born to show the superiority of the Aryan race)- Yael has the possibility to replace her in the new race that will be held. By winning the Tour she can have the opportunity to approach and kill the Führer, putting an end to his dictatorship. Obviously, the job is not so easy. In addition to all the other participants, who will try to maim her if not kill (yeah, it is that bad), there is Adele’s twin brother to keep away as much as possible. And the memories. All the wolves she has to avenge, and that keep her company during the journey, will add to what Yael has to face to win the most important challenge of her life.

wolf-by-wolf-graudin