REVIEW | Ryan GRAUDIN: Wolf by Wolf

wolf ryan graudin

Little, Brown Books | 9780316405126
Amazon
My rating: Rating: ★★★★½

WOLF BY WOLF
Ryan Graudin

WEBSITE | TWITTER

Code Name Verity meets Inglourious Basterds in this fast-paced novel from the author of The Walled City.
The year is 1956, and the Axis powers of the Third Reich and Imperial Japan rule the world. To commemorate their Great Victory over Britain and Russia, Hitler and Emperor Hirohito host the Axis Tour: an annual motorcycle race across their conjoined continents. The victor is awarded an audience with the highly reclusive Adolf Hitler at the Victor’s Ball.
Yael, who escaped from a death camp, has one goal: Win the race and kill Hitler. A survivor of painful human experimentation, Yael has the power to skinshift and must complete her mission by impersonating last year’s only female victor, Adele Wolfe. This deception becomes more difficult when Felix, Adele’s twin brother, and Luka, her former love interest, enter the race and watch Yael’s every move. But as Yael begins to get closer to the other competitors, can she bring herself to be as ruthless as she needs to be to avoid discovery and complete her mission?

review
When I heard about this novel, read the blurb, I immediately thought “this can be a flop to-kill-all-the flops-of-this-world or a great, one-of-a-kind, novel”. The historical period in which it is set, the Second World War, is one of those I always struggles with because of the atrocities done under the Third Reich. I don’t tend to search for books, movie, etc. that have that period as a subject. I always try to keep in mind the pain that has been inflicted in those years, because it is right to remember and not forget, but I don’t want to read or watch something that can only scratch the surface of what people suffered then. They can only fall short, you know. I am not saing that some book or film hasn’t done them some justice but I feel it isn’t enought, you know? How can anything be enought? Anyway…returning to Wolf by Wolf.
This novel has the right amount of fantasy elements and aims primarily on the adventurous part to allow me to detach from the realistic events described. Not only that but it was able to keep me engaged from start to end. This book, in fact, is a kind of dystopian novel because, although based on a world that is ours, thanks to something that happened differently from the history we know, things have changed drastically. What’s different from a common dystopian book is that the story of Wolf by Wolf does not happen in an hypothetical future but in the past of 1944-56. The author manages to imagine a what-if that terrifies me at the sole thought… the victory of Hitler and the establishment of its ideologies in the majority of the world, with the USA that keeps apart for fear that Hitler may turn his gaze on its conquest.
The author manages a story that takes the reader on an adventure that can be compared to the one in Hidalgo (a movie with Viggo Mortensen if the name of the movie doesn’t sound any bell to you), Balto (again see movie), Kevin of the North and so on … stories of life and death, full of twists, extreme situations, fights for life and so on. It is a motorcycle race the focal point of the adventure in Wolf by Wolf, one the MC has to win…

The resistance has given Yael one goal: Win the race and kill Hitler.

Yael is the MC and a jewish girl who barely survived the death camp where she and her mother where imprisoned when she was six. During that time she became Experiment 85 and was subjected to painful injections that had the purpose of altering her appearance (like changing the color of her eyes from brown to blue and such). They never could have expected the experiment to be so successful. Yael, in fact, learns to change completely her look and, after having lost all that she held dear, she manages to excape from the camp assuming the aspect of the commander’s doughter. After that, Yael finds herself alone in a world that she is not prepared to confront. Fortunately, it is in that moment that she stumbles upon the resistance, people who are trying to subvert Hitler’s rule and that bring her in providing a new, albeit undercover, home.

Yael becomes the secret weapon they were waiting for. The last hope of the revolutionary group. Indeed, thanks to the unexpected victory of a girl, Adele Wolfe, in the previous edition of the Axis Tour -this motorcycle race where the best German and Japanese young males compete for supremacy (a race born to show the superiority of the Aryan race)- Yael has the possibility to replace her in the new race that will be held. By winning the Tour she can have the opportunity to approach and kill the Führer, putting an end to his dictatorship. Obviously, the job is not so easy. In addition to all the other participants, who will try to maim her if not kill (yeah, it is that bad), there is Adele’s twin brother to keep away as much as possible. And the memories. All the wolves she has to avenge, and that keep her company during the journey, will add to what Yael has to face to win the most important challenge of her life.

wolf-by-wolf-graudin

R: CARRIGER GAIL: Curtsies & Conspiracies – Finishing School #2

Curtsies & Conspirancies di Gail Carriger - Finishing School 2
primo_cap
Rating: ★★★★☆
Editore Little, Brown Books
ISBN 9781907411601 paperback
Prezzo $ 18.00 hardcover
$ 10.00 paperback
$ 9.99 ebook
Pagine 320
Uscita 11 may 2013
Acquista Amazon.com | Amazon.it
LaFeltrinelli.it | inMondadori | IBS.it
Recensioni Anobii | Goodreads

Curtsies & Conspiracies
Gail Carriger

Finishing School #2

Does one need four fully-grown foxgloves for decorating a dinner table for six guests? Or is it six foxgloves to kill four fully-grown guests? Sophronia’s first year at school has certainly been rousing. First, her finishing school is training her to be a spy (won’t Mumsy be surprised!). Secondly, she gets mixed up in an intrigue over a stolen device and has a cheese pie thrown at her. Now, as Sophronia sneaks around the dirigible school, eavesdropping on the teachers’ quarters and making clandestine climbs to the ship’s boiler room, she learns that there may be more to a school trip to London than at first appears …
Vampires, werewolves, and humans are all after the prototype Sophronia recovered in Etiquette & Espionage, which has the potential to alter human and supernatural travel. Sophronia must try to uncover who is behind a dangerous plot to control the prototype … as well as survive the London season with a full dance card.

Sono necessarie quattro piante adulte di digitale per decorare il tavolo da pranzo a cui siederanno sei ospiti? O sono sei digitali per uccidere quattro ospiti adulti?
Il primo anno di scuola di Sophronia è stato certamente entusiasmante. Per prima cosa, la scuola di rifinitura la stà preparando per diventare una spia (che sopresa sarebbe per mamma!). Secondariamente, è rimasta invischiata in un intrigo riguardante un dispositivo rubato e per questo le viene lansciata contro una torta al formaggio. Ora, mentre Sophronia si aggira furtivamente nella scuola dirigibile, origliando le conversazioni degli insegnanti e facendo scalate clandestine fino alla stanza delle caldaie della nave, scopre che può esserci di più in una gita a Londra di quando possa apparire ad un primo sguardo…
Vampiri, lupi mannari e umani sono tutti alla ricerca del prototipo che Sophronia ha recuperato in Etiquette & Espionage che ha il potenziale per alterare il modo di viaggire sia umano che soprannaturale. Sophronia deve affrettarsi a scoprire chi si nasconde dietro al pericoloso complotto diretto a controllare il prototipo… così come sopravvivere alla stagione londinese con il carnet da ballo pieno.

review
Dopo quasi un anno dalla lettura e recensione del primo libro della serie, Etiquettes & Espionage, eccomi nuvamente a parlarvi di questa serie veramente unica e divertente.
Alcuni si sono lamentati che abbia poca sostanza, che la trama sia superficiale, ma devo dire che io non sono d’accordo.
Questa serie è nata ed è diretta ad un pubblico giovane questo è vero, trattasi infatti di genere Young Adult. E sicuramente si sente una differenza nel fatto che l’80% dei personaggi principali sono ragazzi piuttosto giovani (14/16 anni con rare eccezioni) e pertanto non c’è una storia d’amore a sorreggere il tutto bensì investigazione, un pizzico d’astuzia e tanti veleni!
Ma questo certamente non abbassa per nulla la godibilità del libro anzi, per cambiare ogni tanto, me lo fa piacere ancora di più! Essendo Sophronia ancora pittosto giovane, infatti, non soffre ancora dei problemi che ormai abbiamo letto in ogni salsa possibile in altri YA. La storia non si ammanta di pretese con il vero intento di parlare di un triangolo d’amore tra sedicenni. Questa è, come già dimostrato dal primo volume, una storia divertente (e già la trama lo dimostra), ricca di avventure, intrighi e di un mondo steampunk a cui la Carriger ci ha ormai ben abituato. Certo qualche accenno ad amicizie maschili che potrebbero diventare altro ci sono, ma come dicevo Sophronia è intenta a diventare la miglior spia conosciuta, non ha certo intenzione di ligerasi a chicchessia e diventare uno sciocca debuttante come tante sue coetanee!
Detto questo, proseguiamo con la storia vera e propria.
Il libro riparte esattamente dove si era interrotto il primo.
Sophronia ha appena concluso i primi sei mesi del suo apprendistato nella nave dirigibile che ospita la scuola più interessante che abbia mai sperato di poter attendere. Presto dovrà sostenere il primo esame su quanto ha imparato fino a quel momento, esame che deciderà del suo futuro nella scuola.
Se questo non fosse abbastanza per mettere una signorina sottosopra, dopo aver recuperato il Dispositivo del primo romanzo, Sophronia che incarna il detto “la curiosità è femmina” durante alcuni dei suoi giretti notturni origlia sconcertanti e preoccupanti informazioni collegate allo strano strumento. E’ chiaro che non può tirarsi indietro, deve assolutamente ficcare il naso negli affari della Scuola e scoprire cosa stà succedendo. Coadiuvata da amici ormai assodati e da qualche new entry, Sophronia parte per una nuova avventura spionistica che la porterà fino a Londra, in mezzo ad un covo di vampiri e, tremenda sfortuna!, a partecipare ad un ballo di debutto in Società!

Una piccola anticipazione, Waistcoats & Weaponry (Finishing School #3), sarà in libreria dal 04 novembre 2014!

R: Dragon Bound di Thea Harrison – Elder Races #1

Dragon Bound
Thea Harrison

Elder Races #1

Dragon Bound di Thea Harrison - Elder Races #1
Editore Berkley (Penguin US)
ISBN 9780425241509
Prezzo $ 7.99 mm paperback
Pagine 332|
Uscita 3 maggio 2011
Acquista Amazon.it |
Amazon.com
Recensioni Anobii | Goodreads
Voto

Per metà umana e per metà Wyr, Pia Giovanni ha trascorso la propria vita mantenendo un basso profilo tra la gente Wyr ed evitando l’eterno conflitto esistente tra di loro e i Fae Oscuri. Ma dopo essere stata ricattata e costretta a rubare una moneta dal tesoro di un drago, Pia si ritrova bersaglio di uno dei più potenti -e appassionati- esseri delle Antiche Razze.
Il più temuto e rispettato dei Wyr, Dragos Cuelebre non può credere che qualcuno abbia avuto l’ardire di rubare a lui, ancor meno aver successo. E quando cattura il ladro, Dragos decide di risparmiarle la vita, rivendicandola però come sua proprietà con l’intento di esplorare le profondità del desiderio che si è acceso fra di loro.
Pia sa che deve ripagare Dragos per l’infrazione commessa, ma si rifiuta di diventare la sua schiava, anche se non può negare di volerlo, anima e corpo.

Half-human and half-Wyr, Pia Giovanni spent her life keeping a low profile among the Wyrkind and avoiding the continuing conflict between them and their Dark Fae enemies. But after being blackmailed into stealing a coin from the hoard of a dragon, Pia finds herself targeted by one of the most powerful—and passionate—of the Elder Races.
As the most feared and respected of the Wyrkind, Dragos Cuelebre cannot believe someone had the audacity to steal from him, much less succeed. And when he catches the thief, Dragos spares her life, claiming her as his own to further explore the desire they’ve ignited in each other.
Pia knows she must repay Dragos for her trespass, but refuses to become his slave—although she cannot deny wanting him, body and soul.

review

premessa

Questo romanzo è stato una rivelazione per me, anche se erano mesi (se non di più) che Weirde cercava di spingermi a leggerlo. Non so, qualcosa continuava a farmelo lasciare da parte. A dedicarmi ad altro. Non so dirvi veramente cosa fosse. Forse la trama non troppo entusiasmante (è uno di quei casi in cui, anche se la trama effettivamente è ben calibrata -col senno di poi- sul momento non attira molto l’interesse di un possibile lettore. O comunque per me è stato così), o la copertina che per tanto sia carina non è che mi piacesse (e piaccia) molto. Ora continua a rinfacciarmelo…Weirde intendo…anche perchè è la seconda volta in poco tempo. Lo stesso è successo con la serie Psy-Changeling della Singh. Ragazzi! Bellissima anche quella. Da malata quale sono l’ho iniziata dal 10° romanzo perchè mi è capitato per caso di leggere il primo capitolo. Ovviamente ora la stò leggendo tutta (ho raggiunto il terzo volume e non sento assolutamente di aver fatto un errore a partire dal 10°). 😉
Vabbè, parliamo nello specifico del romanzo prima che vi subissi di squitti da fangirl.
Come avrete notato, è un romanzo in inglese e ad oggi non c’è traccia di versione italiana. Mi spiace per chi non ha la possibilità di leggerlo…speriamo che qualche casa editrice se ne accorga e provi la pubblicazione. E’ vero che è il primo di una serie, ma ogni romanzo ha protaginisti diversi e anche se i romanzi sono collegati “storicamente” l’uno all’altro, niente vieta che li si possa leggere a sè stante…se non altro questo primo. 😉

la storia

Pia è una ragazza dalla bellezza eterea, intelligente ed…eternamente in fuga. Sua madre, l’unica parente che aveva e che ormai è morta da tempo, le ha insegnato la necessità di mantenere un basso profilo. Di non lasciare tracce di se, di essere sempre pronta ad una fuga improvvisa, sempre con un piano di riserva pronto. E Pia ha fatto di questi precetti il suo stile di vita. Non sa bene il perchè, ma continua a nascondersi dal mondo come la sua adorata e bellissima madre le ha insegnato a fare.
Finchè un grave errore di giudizio non la mette nei guai…enormi e ruggenti guai.
Pia infatti ha riposto la sua fiducia nella persona sbagliata: il suo completamente-idota-giocatore d’azzardo-ex-fidanzato che, per salvarsi la pellaccia e nel frattempo provare a guadagnarci pure qualcosa, spiffera nell’orecchio sbagliato del qualcuno sbagliato il raro ed unico talento di Pia.
Nessun lucchetto la può tenere rinchiusa.
Pia si ritrova quindi ricattata a compiere un atto che va non solo contro i suoi principi morali, ma anche contro il suo vero e più profondo essere (che al momento le stà urlando di scappare a gambe levate e il più lontano possibile).
Entra quindi nella tana dove è nascosto il più grande e splendente tesoro del mondo.
Un tesoro di proprietà di uno dei più antichi e potenti dei Wyr: Dragos Cuelebre. Il primo ed unico drago del mondo.
Un personaggio che è riuscito a costruirsi un impero finanziario impressionante…a pari grandezza, se non superiore, di quello dei Fae Oscuri suoi odiati nemici…e non di certo grazie alla propria bontà d’animo.
Pia, per ridurre il danno, di tutto il tesoro decide di rubare una semplice e “stupida” monetina che rimpiazza prontamente con una delle sue sperando così di fare ammenda. E lascia anche una nota, scritta su un pezzetto di carta, chiedendo scusa del gesto.
Non ci vuole molto però perchè Drogo senta fisicamente, anche se a notevole distanza, che un’intruso è riuscito ad entrare nel suo covo che avrebbe dovuto essere nascosto e inaccessibile a chiunque.
La sua rabbia è intensa e immediata, tanto che il potente ruggito che emette scatena una quantità di incidenti mai visto prima in città. La caccia all’intruso parte immediata e l’intento è sicuramente omicida. Ma non ci vorrà molto perchè Drago scovi la sua preda e decida che la punizione più appropriata sia di legarla a sè il più strettamente possibile.

conclusione

Dragon Bound è il miglior romanzo di genere paranormal romance che ho avuto il piacere di leggere ultimamente. Tra i più avvincenti, ricco di colpi di scena e dolce che possiate trovare. Ha tutti i canoni “base” che volete (e devono essere) in questi romanzi, ma tanto altro ancora. Consigliato al 100%!

R: Il Canto delle Ombre di Camilla Morgan Davis

Il Canto delle Ombre
Camilla Morgan Davis

serie Canti della Notte #2

www.camillamorgandavis.com

Editore Zero91
Pagine 224
Prezzo € 15.00 brossura
ISBN 978-88-95381-45-9
Voto

Maila  trascorre le giornate chiusa nella sua stanza ad Amadriade, ascoltando musica e supplicando la Luna di aiutarla a cercare Ren, il suo amore, il suo Othar. Lei è sempre più convinta che lui sia vivo, tenuto prigioniero dai Disincarnati. Non accetta l’idea che possa essere morto. Chiede alla Luna una nuova visione, un nuovo sogno, che possa indicarle il luogo in cui lui  tenuto prigioniero o dove il suo corpo  stato abbandonato.
Maila ignora che i sogni sono popolati da Demoni.


Maila è tornata ad Amadriade, dalla sua famiglia adottiva. Ma il pensiero vola costantemente a Ren, il suo amato…il suo compagno di vita. Colui che la madre le ha rivelato in sogno, non è morto come aveva creduto in un primo momento.
Ma il suo destino di Prescelta dalla Luna è sempre presente e il consiglio le affida un nuovo importantissimo incarico, recuperare l’Arma Celeste…una pozione unica al mondo creata per sterminare la razza dei lupi. I Disincarnati, capeggiati da Beatrice, sono giù sulle sue tracce ed è poco il tempo che le resta per salvare tutto il suo popolo. Non solo, è sempre Beatrice a tenere prigioniero Ren, inconsapevole del loro legame di parentela ha deciso di utilizzarlo come “soggetto uno” da cui partirà il contagio.
Ma la minaccia arriva da più fronti, anche dei sogni ora Maila non deve più fidarsi. La regina dei demoni Velatori ha trovato uno spiraglio per accedere alla mente di Maila e finalmente avere accesso al mondo umano.
Anche questo secondo capitolo della trilogia di Maila è ricco di azione, viaggi avventurosi e sentimenti. La Prescelta è nuovamente in corsa contro il tempo per salvare sè stessa, Ren e tutti i loro simili.
Camilla Morgan Davis prosegue il filo del discorso, avanzando di un altro gradino nel percorso che Maila stà dolorosamente affronatando per ottenere la vita felice che sogna col suo Othar. E tanti ancora sono gli ostacoli che le si pongono davanti, ostacoli in parte svelati dal finale aperto del romanzo, in attesa del degno finale di un’avvincente trilogia.