REVIEW | M.R. CAREY: The Girl with All the Gifts

La ragazza che sapeva troppo M.R. Carey
Rating: ★★★☆☆
Editore Newton Compton
ISBN 9788854177819
B00VB3YZDS
Pagine 384
Prezzo 9.90 8.40 hardcover
4.99 0.99 ebook
Uscita 27 marzo 2015
Acquista LaFeltrinelli.it | Amazon.it
MondadoriStore | IBS.it
Recensioni Anobii | Goodreads

La ragazza che sapeva troppo
M.R. Carey

Melanie, dieci anni e un quoziente intellettivo altissimo, ogni mattina aspetta paziente nella stanza dove vive chiusa a chiave che la vengano a prendere per portarla a fare lezione. Ma non è una gita di piacere, gli incaricati la legano a una sedia a rotelle mentre il sergente Parks la tiene di mira con una pistola carica.  Per leggere altro della trama.

review

La ragazza che sapeva troppo è un romanzo difficile sotto molti aspetti. Non perche sia scritto male, questo no, ma perchè è difficile da leggere, da accettare, da portare a termine. E’ una lotta per il lettore tanto quanto per i personaggi. Mi sento in conflitto pensandoci e dovendone parlare. Mi è piaciuto? Si e no. È quel classico romanzo che ha tanti aspetti positivi: le relazioni tra personaggi, l’idea di base, i personaggi stessi, la tensione, l’orrore. Ma ha anche cose che a me sarebbe piaciuto venissero gestite diversamente, tra tutte l’estrema lentezza di buona parte della storia. Lo consiglierei? Non lo so davvero. Dipende molto se amate romanzi sugli zombie, ma che non sono d’azione tipo Resident Evil. Se vi piacciono le quest alla cui fine c’è una soluzione parziale. Se amate i finali agrodolci. Se volete un’interpretazione originale, basata su motivazioni scientifiche e decisamente possibiliste (si dice?) di come si è arrivati ad un mondo post-apocalittico dove la razza umana è stata praticamente decimata ed è alle soglie dell’estinzione, ma in cui uno spiraglio di speranza rimane sempre (anche se diverso da quello che si potrebbe pensare). Se volete scene raccapriccianti più per l’etica dietro cui si muovono le scelte dei personaggi che non tanto per loro stesse (anche se pure in quel caso…vabbè). La ragazza che sapeva troppo fa sentire molto al lettore… sfortunatamente anche la noia di trascinare i personaggi in un viaggio attraverso un mondo che ormai è desolato e desolante. In cui gli unici incontri sono con zombie senza coscienza che, una volta che ti hanno puntato, non ti lasciano più andare finchè l’uno dei due non soccombe oltre ai pochi animaletti che ancora resistono ma a cui l’autore immancabilmente fa fare una brutta fine. Ok, una cosa mi è venuta in mente giusto ora, scrivendo degli animali. Loro non sono infettati dal virus come gli umani. Forse perché vengono mangiati interamente? Forse per altri motivi. Comunque sia, non ci sono animali zombie e sinceramente la cosa è un po’ strana visto come lavora il virus. Il lettore vive le vicissitudini assieme a personaggi a malapena sopportabili, tra fatiche e sconfitte continue. Come dicevo è un romanzo duro e difficile. Che non lascia scampo e, usando un termine inglese, non “inzucchera” (sugarcoat) nulla. Anzi è nudo, crudo e crudele come la natura umana e Madre Natura stessa.

19827903

Orbit | 9780356500157
£ 8.99 | Amazon

THE GIRL WITH ALL THE GIFTS
M.R. Carey

Melanie is a very special girl. Dr Caldwell calls her “our little genius.”
Every morning, Melanie waits in her cell to be collected for class. When they come for her, Sergeant Parks keeps his gun pointing at her while two of his people strap her into the wheelchair. Read more about the plot.

review
The Girl With All the Gifts is a difficult novel for many aspetcs. Not because it is poorly written, no, but because it is difficult to read, to accept, to finish. It is a constant struggle for the reader as much as for the characters. I feel conflicted thinking of it and having to speak about it. Did I like it? Yes and no. It is the classic novel that has many positive aspects: the relationship between the MC, the basic idea, the characters themselves, the tension, the horror. But it has things that I would have liked handled differently, firts of all the extreme slowness of the majority of the story. Would I recommend it? I do not know really. It depends if you love zombie novels that are not action packed like Resident Evil. If you like a partial solution at the end and a bittersweet ending. If you want an original zombie book where the author has based the reasons of how we arrived at a post-apocalyptic world, with the human race virtually decimated and on the threshold of extinction, on scientific and realistic events. In which one glimmer of hope remains, although different from what you might think. If you want gruesome scenes more because of the ethics behind the characters’s choices and not truly for themselves (although even in that case… well), this is for you. The Girl With All the Gifts makes the reader feel many feelings… unfortunately even the boredom of dragging the characters on a journey through a world that is desolate and bleak. Where the only encounters are with zombies that have only one thing in their mind… to eat you and satisfy the urge of the virus that inhabits them. There are few animals in this world but the author invariably makes them die. Just now it came to my mind that this is a bit strange. The animal were not infected. Why not? In the way the virus worked probably they should have been. Anyway. The reader has to live with characters that are barely bearable, between hardships and continuous defeats. As I said before this is an hard and difficult novel. It leaves no way out and it never sugarcoat things. It is tough, raw and cruel as the human nature and Mother Nature as well.

Summary
Review Date
Reviewed Item
The Girl with All the Gifts by M.R. Carey
Author Rating
3

Rispondi